«La Juve ha ancora fame»

Il difensore bianconero in vista della Supercoppa: «Sarà una stagione molto importante: vogliamo iniziarla nel migliore dei modi»

È la settimana della Supercoppa Italiana: domenica sera la Juventus scende in campo all’Olimpico di Roma contro la Lazio, per la sfida che mette in palio il primo trofeo della stagione. Un match che oggi Daniele Rugani ha presentato così:

IL PUNTO SULLA PREPARAZIONE

«Dopo i carichi del precampionato, ora siamo tornati a ritmi più regolari, per preparare al meglio la Supercoppa. La squadra è in forma: la Tournée negli stati uniti è stata una bellissima esperienza, abbiamo lavorato molto bene ed ora dovremo far fruttare piano piano tutto il gran lavoro fatto finora».

QUEST’ESTATE, L’AVVENTURA ALL’EUROPEO UNDER 21, CON IL NEO-BIANCONERO BERNARDESCHI

«L’Europeo è stata un’esperienza che mi è servita molto, che mi ha fatto crescere come uomo e giocatore. Ringrazio la Federazione e il mister che mi hanno consentito di far parte di questo gruppo. Conosco Federico da tanti anni e sono molto contento che sia arrivato: è un grande giocatore che sicuramente potrà fare molto bene con noi».

NUOVI VOLTI IN CASA JUVE

«I nuovi arrivati sono grandi giocatori, che tutti noi conoscevamo, dei quali sappiamo il grande valore. Si stanno integrando bene: ovviamente servirà un po’ di tempo per entrare appieno nei meccanismi, ma sono sulla strada giusta e sono sicuro che ci daranno una grossa mano. La società ha fatto un ottimo lavoro. Bonucci sicuramente era un giocatore molto importante per noi, che ha fatto la sua scelta di vita, ma penso che ora ci siano giocatori importanti che possono far bene».

CHE ANNO SARÀ PER LA SQUADRA?

«A livello di squadra sarà sicuramente un altro anno tosto, un’altra stagione nella quale vogliamo vincere e arrivare fino in fondo. Sappiamo che ci saranno delle difficoltà, magari anche più di prima, perché le altre squadre si sono rinforzate e perché avremo gli occhi puntati su di noi, ma questo è normale: siamo la Juventus. Sarà importante avere qualcosa di più anche dal punto di vista mentale: è questo che ci ha sempre contraddistinto in questi anni. La “fame” sarà la nostra parola chiave».

… E PER DANIELE RUGANI?

«A livello personale, sarà sicuramente un anno importante. Questa è la mia terza stagione alla Juve e lavoro ogni giorno per arrivare a vivere questi momenti e queste responsabilità. Cercherò di fare bene e di crescere sempre di più.

ORA LA SUPERCOPPA ITALIANA

«È molto importante per iniziare bene la stagione, e per dare il messaggio che siamo ancora affamati. Abbiamo tante motivazioni, ci teniamo molto ed è veramente importante portarla a casa».

CHE TIPO DI PARTITA BISOGNA ASPETTARSI?

«Mi aspetto una partita difficile: a differenza della passata stagione, questa volta arriva all’inizio dell’anno, e in questo momento, tra preparazione e carichi, le incognite sono maggiori. E’ una partita secca, in cui probabilmente faranno la differenza, più che la tecnica e la tattica, le motivazioni mentali e la cattiveria. In queste partite può succedere di tutto: noi la stiamo preparando al meglio, lavorando per mettere a posto ciò che sappiamo di avere sbagliato nelle ultime uscite. Siamo ad inizio campionato, abbiamo avuto carichi di lavoro molto intensi, ma ora vogliamo vincere la Coppa e riscattare quella persa lo scorso anno».